Progetto "DALL'EGO-CITTADINO ALL'ECO-CITTADINO"

INAUGURAZIONE DEL PARCO TEMATICO SUI DIRITTI UMANI

L'Arena  di martedì 19/06/2018

Foto

IL PROGETTO 

Il progetto si prefigge di fornire agli studenti elementi utili per conoscere meglio se stessi, maturare, attraverso la riflessione, il confronto e l’azione lavorativa, una coscienza civica inscritta nell’orizzonte valoriale dei diritti umani e acquisire strumenti strategici per imparare a osservare e a leggere con occhi indipendenti quanto proposto e vissuto all’esterno della realtà scolastica, in modo da raggiungere una maggiore capacità critica (PENSIERO CRITICO) e una più ampia e duttile capacità di analisi e di valutazione di opportunità, proposte e scelte (SGUARDO POLISCOPICO).

Tale impianto favorirà nello studente la valorizzazione delle doti personali e lo sviluppo delle capacità di iniziativa personale e gli consentirà di essere soggetto a pieno titolo nell’approccio e nello svolgimento di qualsiasi attività professionale, che egli si troverà a dovere affrontare e condurre a termine nel presente e nel futuro, e di rendere realmente agita la cittadinanza globale in un regime di libertà e di responsabilità condivisa.
Il progetto prevede l’uso di diversi modelli didattici e con modalità sincrone e asincrone di elaborazione in aula, studio individuale e condiviso, di esecuzione in forma individuale, per piccoli gruppi e cooperativa.
Inoltre si prevedono alcune lezioni teoriche in aula curate in parte dai docenti esterni e in parte da quelli interni, grazie ad un lavoro sinergico che consentirà alle due classi coinvolte di fare un percorso di 80 ore come Alternanza Scuola Lavoro comprensive anche della ideazione e realizzazione di un progetto pratico come la riqualificazione del parco scolastico.
La classe agirà come una “comunità di ricerca” capace di collaborare con enti, associazioni, istituzioni e aziende del territorio e realizzerà un Project Work specifico.
La prassi metodologica alterna momenti di lezione frontale interattiva a fasi in cui assumerà un carattere laboratoriale, i cui gli studenti saranno direttamente coinvolti in alcune attività guidate dal docente esperto.                                                                                                                                           

Il Project Work prevede di riqualificare il giardino della scuola in un Parco tematico sui Diritti Umani che può diventare un punto di riferimento locale sul tema, consentendo alle scolaresche limitrofe e alla cittadinanza di venire in visita facendo un breve percorso esperienziale con installazioni e approfondimenti sui diritti umani. L’intero progetto verrà iscritto nel Programma Nazionale del MIUR “Diritti e Responsabilità”, con l’iscrizione della scuola Guarino-Roveggio alle Scuole di Pace.
Il valore aggiunto, che contraddistingue la partecipazione ad un percorso di Alternanza Scuola- Lavoro co-progettato con Humanitas ACT, consiste nell’attribuzione allo studente dell’ulteriore qualifica di “Humanitas Maker”, che attesta non solo l’esito positivo dell’esperienza in Alternanza, proficuamente conclusa dall’interessato, col pieno raggiungimento degli obiettivi prefissati, ma anche il riconoscimento sociale e civile di un comportamento meritorio, testimonianza consapevole e responsabile di cittadinanza attiva ed espressione tangibile della realizzazione della dimensione umana, in conformità ai principi ispiratori della nostra Associazione. Tale “qualifica” entrerà a far parte del CV dell’alunno come competenza da spendere in sede di futuro colloquio.


DESTINATARI: classe terza dell’indirizzo scientifico e classe terza dell’indirizzo economico sociale delle scienze umane.


Flash mob 10 dicembre 2017

Durante la Festa del Mandorlato di Cologna Veneta gli studenti delle classi terze, in collaborazione con l'associazione Humanitas Act, hanno proposto un Flash mob per celebrare l'anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani